venerdì 5 febbraio 2010

San Gennaro provato?


La notizia è ghiotta: uno studio scientifico durato anni avrebbe dimostrato (il condizionale è sempre d'obbligo fino a valutazione e conferma dei dati) che la sostanza contenuta nelle ampolle venerate nel Duomo di Napoli sarebbe vero sangue umano.

I devoti del santo esultano, i servizi dei telegiornali impazzano. Però....

Però, a quanto mi è dato di capire, queste prove si basano su analisi fatte su un'altra ampolla, simile a quella del Santo, trovata in un'altra chiesa 10 anni fa, e che pare essere del XVII secolo, mentre quella del Santo (morto nel 3° secolo) è del XII o XIII secolo (già questo è strano...).

Se ho capito bene, ed il condizionale è sempre di più d'obbligo, siccome la 'nuova' ampolla, aperta ed analizzata, contiene sangue umano, quindi anche l'altra, quella del Santo, contiene sangue umano.

Forse di tratta di uno strano fenomeno di entanglement quantistico applicato alla miracolistica, ma secondo me analizzare la mela che ho in casa non dimostra che i frutti che ha in casa il vicino siano mele.


Attendiamo con impazienza i dati completi di questo studio, e speriamo che la curia si decida a far fare qualche indagine seria al riguardo.

E speriamo che i giornalisti (certi giornalisti) la smettano di dire che 'la scienza non può spiegare'. La scienza magari non ha tutte le risposte, ma almeno bisogna metterla in grado di esprimersi, ed in questo caso, sembra sia stata tenuta accuratamente in disparte....

Alla prossima!

6 commenti:

Gianni Comoretto ha detto...

Da quel che ho capito, il comportamento della seconda ampolla e' molto simile a quella di S. Gennaro. Il medico ricercatore e' pure riuscito a riprodurre il fenomeno usando il suo, di sangue.

La cosa quindi, secondo me e se comprovata, dimostrerebbe che quello di S. Gennaro PUÒ essere sangue, e che il fenomeno e' perfettamente naturale (anche se magari non spiegato).

Senti Garlaschelli per gli sviluppi successivi.

Giuliano47 ha detto...

Questo dimostra che anche il medico ricercatore e` un Santo :-)

brain_use ha detto...

Quoto Gianni: la parola a Garlaschelli.

Resta inoltre il fatto che, dalla liquefazione al miracolo il passo è lunghetto.

Claudio Casonato ha detto...

Ovviamente, come detto nel post, attendo ulteriori informazioni.

Al momento le notizie di stampa sono però forse eccessivamente 'miracolistiche', e secondo quanto riportato a me sembra prematuro...

Saluti

markogts ha detto...

Occhio a non fare la fine del pesce Babele... Se si dimostra che è davvero un miracolo, allora saremo razionalmente costretti a credere? È una contraddizione di termini. Anzi, mi chiedo come si faccia a dimostrare che è un miracolo. Al limite (moooolto limite) può richiedere una modfica delle leggi fisiche conosciute, ma oltre a questo? O capiamo cos'è e dunque non è un miracolo o non capiamo cos'è e dunque non possiamo dire che sia un miracolo.

McG ha detto...

Sto seguendo il caso ma non è facile: purtroppo i media stanno facendo figuracce a non finire ( ho postato qualcosa sul blog) con servizi o articoli osceni che non solo non rispondono ad alcuna domanda ma come hai sottolineato tu, lasciano intendere cose completamente campate in aria. Ho contattato il Professor Garlaschelli che è stato gentilissimo a risponder. Appena ho qualche minuto posto sul Blog ;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...