sabato 10 aprile 2010

Ancora sulla Sindone

Va bene, ho capito che a Torino è cominciata l'ostensione della Sindone, e che 2 milioni di pellegrini sono una notizia.
Ma per cortesia, basta dire che la scienza non può spiegare, basta affermare senza contraddittorio che il lino risale al primo secolo, basta dire che è senza ombra di dubbio un miracolo.
Se Porta a Porta fa una puntata sull'argomento, sarebbe quantomeno carino (se non giornalisticamente corretto) invitare anche qualcuno di quei poveri tapini che NON vivono vendendo libri sulla Sindone.
Nei diversi servizi dei TG, ogni tanto ditelo che il lino è stato esaminato e che il responso è chiaro ed incontrovertibile: è un falso del 1300. E che si tratti di un falso fu pure certificato da una bolla papale dell'epoca.
E' inutile che i Barberis, i Baima Bollone continuino ad arrampicarsi sugli specchi per cercare di mettere in dubbio dei risultati chiari e certi.


Volete credere al miracolo? Nessuno lo impedisce. Questo telo da un forte impatto emotivo? Nessuno lo nega.

Ma per cortesia non negate l'evidenza dei fatti. E non coltivate la credulità popolare.

Grazie

Per altre informazioni, qui e qui.

5 commenti:

markogts ha detto...

Grande Claudio! Mi chiedo, ma quanto debole è la fede di chi ha bisogno di queste finte stampelle?

Ma poi dico, basta ragionare: i vangeli non parlano di sindoni, nessuno ne sa niente fino al 1300, quando improvvisamente appare e non convince il papa dell'epoca. Poi fanno la datazione al radiocarbonio (praticamente incontrovertibile, checché ne dicano taluni) e *guarda caso* salta fuori una datazione intorno al 1300. Tre indizi fanno una (non) prova, no?

kassovitz ha detto...

Nel 1300 avevano già un bel senso degli affari, amplificati poi in questa epoca.
Arrivati a questo punto, le arrampicate sugli specchi, per mantenere questo business, saranno sempre maggiori.
Che poi, per dimostrare la fede, basterebbe una preghierina al giorno e una partecipazione alla Santa Messa.

AcarSterminator ha detto...

markogts ha detto...
nessuno ne sa niente fino al 1300

Caro mio, non hai studiato abbastanza.
Fai come Giacobbo che per stendere la sua ultima fatica sui Templari ha approfondito l'argomento smazzandosi ben un centinaio di libri.
Non posso fare altro che fidarmi della sua sapienza e citarlo.
Ieri a Chetempochefa per pubblicizzare il suo nuovo lavoro di carta rilegata:
"la sindone è sicuramente uno dei tesori dei Templari".

(si capisce il tono ironico, sì?)
Michele.

brain_use ha detto...

quanto debole è la fede di chi ha bisogno di queste finte stampelle?

E' sicuramente il cuore della faccenda.
Ed è quello che rende la questione particolarmente triste.

Insieme al fatto che la Chiesa non riconosce la sindone per autentica, ma organizza pellegrinaggi in massa per ostentarla. Lieve incoerenza?

matgras ha detto...

il money è sempre il money...ed in tempi in cui latitano gli 8 e i 5 per mille , donati giustamente ad altre cause, ci si attacca anche alla sindone..nulla di strano quando si parla di clero e chiesa cattolica..che sanno perfettamente usare il raziocinio per trovare nuove entrate!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...