giovedì 13 ottobre 2011

Veloci quei neutrini!

Lo scorso 23 Settembre è stata divulgata una notizia ‘bomba’ su dei neutrini superveloci.

Purtroppo la maggior parte delle informazioni diffuse da stampa e TG sono state abbastanza generiche e sensazionalistiche, senza però raggiungere le vette (o profondità) di ilarità toccate dal ministro Gelmini con il ‘tunnel’  tra CERN e Gran Sasso, e secondo me hanno dato un’idea non corretta di quello che rappresenta l’avvenimento. Provo quindi, molto umilmente, a spiegare in modo ‘casalingo’ di che si tratta.

Il neutrino è una particella ‘elementare’, uno dei ‘mattoncini’ che costituiscono l’universo, come elettroni,  protoni e neutroni. Teorizzato nel  1930, osservato nel  1956, ha delle caratteristiche molto particolari.  Esiste in 3 ‘versioni’, e viene prodotto in grandi quantità all’interno delle stelle, ed è la seconda particella più diffusa dell’universo. E’ leggerissimo, tanto che solo recentemente si è riusciti a dargli un peso, molto approssimato. Essendo neutro e così leggero, reagisce molto poco con la materia, ed è estremamente difficile da misurare: occorrono rilevatori enormi per studiarlo.

Il CERN è un centro studi di fisica che si trova a Ginevra, in Svizzera. Dotato di impianti all’avanguardia, svolge ricerche sulla fisica delle particelle che impegnano migliaia di ricercatori e tecnici di tutto il mondo. Vari premi Nobel sono stati assegnati sulla base di esperimenti effettuati al CERN.

Tra le attrezzature disponibili c’è un generatore di neutrini, che ‘spara’ un fascio di queste particelle verso i laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare scavati nella roccia sotto il Gran Sasso. Qui si trova un enorme rilevatore, OPERA, composto da specie di ‘mattoni’ di piombo per un peso totale di oltre 1300 tonnellate, disegnato per captare i neutrini ‘sparati’ dal CERN attraverso la roccia.

I neutrini reagiscono pochissimo con la materia. Attraversano i 730 km di roccia tra Ginevra ed il Gran Sasso in appena 3 millesimi di secondo, ed arrivati al rilevatore solo poche decine dei miliardi di miliardi sparati dal CERN lasciano le loro tracce, aprendo una finestra sull’infinitesimamente piccolo e permettendo di avanzare nella nostra conoscenza dell’universo.

Una delle teorie più famose, la relatività di Einstein, ci dice che la velocità della luce non può essere superata. Ma diverse misurazioni, si parla di circa 15.000 ‘eventi’, fatte al Gran Sasso mostrano dei neutrini ‘superman’, più veloci della luce! Non di molto, arrivano solo 60 nanosecondi prima del previsto, ma sono 60 nanosecondi che, soprattutto a causa di una fuga di notizie non tipica del modo di lavorare della scienza, hanno scatenato un grande interesse mediatico  in tutto il mondo. Dopo tutto, non succede tutti i giorni che una teoria venga messa in dubbio!

In realtà è normale nella scienza ‘mettere in dubbio’ le teorie, proponendone di nuove in grado di spiegare meglio il mondo e di fare previsioni migliori, ma in questo caso si va a toccare quella che nella cultura generale è LA teoria, e questo spiega buona parte dell’interesse..

Perché questi neutrini viaggiano così veloce? Non si sa. Gli scienziati che hanno scoperto il fenomeno sono molto cauti nelle loro affermazioni. Come è giusto che sia, quando una scoperta è in contrasto con le teorie, occorre valutare i dati e confermare più e più volte gli esperimenti. Se saranno confermati, questi neutrini super veloci possono aprire nuovi scenari nel mondo per me quasi magico della fisica.


Altre informazioni su Query On Line, Oggiscienza e BlogZero.

Alla prossima.

Da  Il Novese, numero 36, Giovedì 13 Ottobre 2011

. Wikio

1 commento:

PalleQuadre ha detto...

Ho letto da qualche parte che in realtà i neutrini sono si più veloci della luce, ma molto meno di quanto calcolato fino ad ora.

Si prende ad esempio lo scoppio di una stella (non ricordo quale) dove i neutrini sono stati rilevati 4 ore prima della luce, non 4 anni, tempo che si stima con i dati del cern.

Comunque sia è più spettacolare superare la velocità della luce o sparare la stronzata del secolo?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...