giovedì 29 settembre 2011

Vaccini: da mercurio nessun danno

Nessuna prova di danni allo sviluppo dall'uso di vaccini con conservanti al mercurio, secondo l'Istituto Superiore di Sanita'. E' quanto emerge dalla ricerca pubblicata dalla rivista Pediatrics. In particolare non e' emerso alcun legame con disturbi come autismo, tic motori, ritardo  mentale, disturbi del linguaggio e deficit dell'attenzione da iperattivita'. Lo studio e' stato condotto su 1.403 bambini a dieci anni dalla somministrazione.

Titolo ed inizio sono copiati da una notizia ANSA del Gennaio 2009 (purtroppo non più on line su ANSA, ma disponile nel sito del Sole 24 qui), che mi da lo spunto per parlare di vaccinazioni, attingendo (come sempre per le ‘bufole’ mediche) dal blog MEDBUNKER.

Si sente spesso dire che i vaccini sono pericolosi, che non servono, che possono portare diverse patologie, e per questo tanti (troppi) cercano di sfuggire alle vaccinazioni (giustamente) obbligatorie. Una delle critiche più insistenti è il presunto legame tra conservanti al mercurio e l’autismo, di cui tratta la notizia in apertura, e che non esiste. Oltretutto da anni questo conservante non è più usato, quindi si tratta veramente di un non problema.

Iniziamo a dire che i vaccini, come tutte le azioni, hanno una loro percentuale di rischio, attentamente monitorata dalle autorità sanitarie. Ovviamente si procede anche nel miglioramento dei vaccini per ridurre sempre più i rischi.

Ma dobbiamo anche ricordare che i vaccini SERVONO! Anzi, la loro utilità ed efficacia cono così alte che, per assurdo, hanno quasi cancellato dalla memoria gli orrori di quando le vaccinazioni non esistevano, aprendo la porta alle baggianate degli ‘antivaccinisti’.
Certo che chi è stato colpito da quei rari casi di complicazioni da vaccini farà fatica a vederne l’utilità, ma ricordiamo alcuni dei vantaggi portati dall’intuizione di Louis Pasteur.

Prima della vaccinazione la DIFTERITE colpiva circa il 10 % dei bambini all’anno, con un tasso di mortalità che arrivava anche al 50 %. In molti sopravvissuti rimanevano danni permanenti a vari organi. In Italia questa malattia, a seguito delle vaccinazioni obbligatorie, si è ridotta a pochi casi all’anno.

La POLIOMELITE è oggi praticamente scomparsa in Italia, ma ancora diffusa nei paesi dove la vaccinazione non è diffusa. Anzi, purtroppo si notano segni di ripresa di questa terribile malattia, da ceppi importati da paesi non coperti dalle vaccinazioni. Le conseguenze della ’polio’ sono drammatiche: dalla paralisi degli arti all’obbligo di vivere in un polmone d’acciaio…

Il VAIOLO è una malattia che colpiva solo l’uomo, e è stata ELIMINATA! L’ultimo caso era Ali Maow Maali nel 1977, che non era vaccinato. Nell'eradicazione della malattia hanno avuto un ruolo fondamentale (forse più della stessa vaccinazione) misure di isolamento, quarantena ed identificazione dei focolai di malattia. La vaccinazione antivaiolosa è ricca di effetti collaterali e quindi è da effettuare solo in caso di effettiva necessità.

Una malattia ben conosciuta è la PERTOSSE, che porta violenti accessi di tosse. Molti bambini richiedono ospedalizzazione per l'alta incidenza di complicanze (soprattutto polmoniti). Anche la mortalità è elevata (2 casi su 1000). Con le vaccinazioni la sua incidenza è molto più limitata riducendosi a circa 150.000 casi l'anno (nel 2008) contro i quasi 2.000.000 degli anni 80 (nel mondo, dati WHO). C'è da aggiungere che la vaccinazione antipertosse non è diffusa come dovrebbe e la maggioranza dei decessi e delle complicanze riguarda i paesi meno sviluppati.

Per approfondire vi rimando agli interessanti articoli di MedBunker.

Alla prossima!


Da  Il Novese, numero 34, Giovedì 29 Settembre 2011


. Wikio

martedì 27 settembre 2011

Ancora sui neutrini

Segnalo l'articolo di Oggi Scienza  con interessanti informazioni sul 'Caso Neutrino'.

La particella dissidente

Queste sono le informazioni che avrei voluto avere dalla stampa italiana...

. Wikio

lunedì 26 settembre 2011

Raccolta Maristella Neutrini (upd)

Nella speranza che serva a far vergognare chi di dovere, e magari (magari....) a far rassegnare delle stradovute dimissioni, elenco alcuni dei tanti articoli usciti sulla vacc... stupid.... avventata dichiarazione fatta dalla MSG, e sul fantasmagorico comunicato fatto dal MIUR come 'precisazione.

Segnalate quello che manca ed aggiungo.... almeno potrebbe servire per l'assegnazione del Perlone 2011. Perchè qui c'è la base per un vero complotto mondiale. Contro l'intelligenza.

Ovviamente il mio post di ieri.
Dal blog di Paolo Attivissimo.
Quello di Giuliana Galati (seguito qui)
Marco Cattaneo, di Le Scienze
Paniscus
Famiglia Cristiana!!!
Il nuovo mondo di Galatea
Repubblica
L'Unità
Tweetblog
Giornalettismo 1
Giornalettismo 2
Giornalettismo 3
Giornalettismo 4


. Wikio

domenica 25 settembre 2011

Bella figura... di palta.

La 'notizia' di questi giorni è la 'violazione' della velocità della luce da parte di alcuni neutrini sparati dal CERN verso i laboratori del Gran Sasso.

Questi risultati, se saranno confermati da altre misure indipendenti, rischiano di causare un bello sconquasso nelle teorie base della fisica. Le discussioni sono aperte, e come sempre accade nel mondo della scienza, a parlare saranno i risultati.



Purtroppo, non sono solo i risultati  a parlare. Anche i politici parlano, e come troppo spesso accade quanto tentano di occuparsi di scienza, dicono fesserie atroci.
Nel caso specifico mi riferisco ad un comunicato stampa del ministero della pubblica istruzione (!!!)  che riporto testualmente:


Dichiarazione del ministro Mariastella Gelmini
"La scoperta del Cern di Ginevra e dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è un avvenimento scientifico di fondamentale importanza."

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo.

Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l'esperimento, l'Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro.

Inoltre, oggi l'Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l'anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante".

 
Ovviamente chiunque abbia un minimo di discernimento si rende immediatamente conto che NON esiste nessun tunnel tra il CERN ed il Gran Sasso, e quindi questo comunicato stampa ha giustamente scatenato l'ilarità se non di tutto il mondo, almeno di buona parte di esso.

Le reazioni sono state tali da richiedere un nuovo comunicato, questa volta dell'ufficio stampa, in data 24 Settembre:

Miur, Polemica ridicola

L’ufficio stampa del Ministero precisa che, ovviamente, il tunnel di cui si parla nel comunicato di ieri, non è per nessuna ragione intendibile come un tunnel che collega materialmente Ginevra con il Gran Sasso. Questo è di facile intuizione per tutti e la polemica è assolutamente strumentale. Il tunnel a cui si fa riferimento è quello nel quale circolano i protoni dalle cui collisioni ha origine il fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso. Alla costruzione di questo tunnel e delle infrastrutture collegate l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro. Questa polemica è dunque destituita di fondamento ed è assolutamente ridicola.

Siccome si tratta del ministero della pubblica istruzione, si dovrebbe presumere che anche se non addentro ai misteri della scienza, dovrebbero almeno avere qualche infarinatura della lingua italiana.

In qualsiasi maniera la si voglia leggere, la dichiarazione della ministra Gelmini è chiara, ed è stata giustamente indicata come una stupidaggine assurda.

Il tentativo di correzione dell'ufficio stampa rende la fesseria ancora più evidente, in quanto cerca, senza riuscirci, di trasformare un evidente, eclatante, assurdo errore della Gelmini in una polemica pretestuosa.

Sarebbe stato MOLTO meglio ammettere l'errore, ed attribuirlo, chessò, ad una eccessiva semplificazione nella dichiarazione fatta.

Tuttavia, da un ministro della pubblica istruzione e dal suo staff si dovrebbe pretendere una maggiore attenzione al significato delle parole...




. Wikio

venerdì 9 settembre 2011

I CONTI NON TORNANO - Il fascino dei numeri tra scienza e mistero

Numeri, scienza, mistero. E perchè no, bufale. Ma sopratutto tanta curiosità, tanta voglia di capire quello che accade intorno a noi.

Questa curiosità, la voglia di imparare ed esplorare le frontiere della conoscenza, è la molla che spinge i cicappini nella loro opera, sia di indagine che di divulgazione.

Un lavoro fatto per hobby, per passione, e sopratutto senza quei fantomatici fondi segreti che secondo alcuni dovrebbero arrivare da CIA, Man in Black, rettiliani, SMOM eccetera.

Un lavoro che fortunatamente continua da oltre 20 anni, con centinaia di indagini fatte, migliaia di conferenze, incontri, dibattiti. Ed ovviamente con tante persone, toccate nei loro interessi 'truffaldini', che accusano il CICAP di chiusura mentale, di rifiuto della 'verità', se non addirittura di collusione con il 'complotto' globale per la disinformazione....

Da poco più di un anno esiste anche un magnifico sito web, la versione on line della rivista QUERY, che dovrebbe essere nei preferiti di tutti, e consultato ogni volta che si sentono notizie 'senzazionali'.

Ma torniamo ai numeri, alla scienza ed al mistero. Questi saranno gli ingredienti di un convegno CICAP che si aprirà a Torino con una lectio magistralis di Piergiorgio Odifreddi.






La data di inizio è 'magica': 11/11/11.... potete forse mancare?

Troverete tutti i dettagli nel sito del CICAP.

A presto!

. Wikio

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...