giovedì 19 gennaio 2012

John TITOR

Il giornalista Severino Colombo ha scritto un libro: 101 stronzate a cui abbiamo creduto tutti. Lettura tragicomica delle fesserie sparse in giro cui la gente ha abboccato. Una di queste riguarda un tale ‘John Titor’, conosciuto come ‘l’uomo che viene dal futuro’.  In breve, un bel frullato di Terminator, Star Trek e Ritorno al futuro… storia che merita di essere raccontata, grazie alle informazioni raccolte da Paolo Attivissimo, cui rimando per i dettagli.

Il 2 novembre 2000, una persona che sceglie l'appellativo Timetravel_0 inizia a scrivere messaggi in vari forum di Internet dedicati ai viaggi nel tempo (fra cui Timetravelinstitute.com) e dichiara di essere un viaggiatore nel tempo proveniente dal 2036. In seguito cambia appellativo e si fa chiamare John Titor, anche se pare si tratti di uno pseudonimo.

Titor dichiara di essere un soldato e di lavorare per un progetto governativo. E’ stato inviato dapprima nel 1975 per recuperare dal nonno, ingegnere dell'IBM, un computer trasportabile IBM 5100, che a suo dire contiene funzioni non documentate che gli permettono di svolgere un'operazione vitale per il mondo del 2036: fare conversioni fra i vecchi sistemi IBM e UNIX e permettere così all'epoca di Titor di sopravvivere al collasso dei sistemi UNIX previsto per il 2038. Dopo aver recuperato il computer, Titor sta facendo sosta nell'anno 2000 per visitare la propria famiglia e a se stesso da bambino e per vedere di persona gli effetti (per lui disastrosi) del Millennium Bug del 2000.

Nei suoi molti messaggi, Titor dichiara di non voler convincere nessuno dell'autenticità della propria storia, ma di voler saggiare la reazione delle persone alla possibilità di incontrare un crononauta. Risponde alle domande dei partecipanti ai forum e fornisce dettagli tecnici e anche immagini della sua "macchina del tempo" modello C204, fabbricata dalla General Electrics nel 2034, pesante circa 250 chili e trasportata in una Chevrolet Corvette cabriolet del 1966.

Il 24 marzo 2001, John Titor annuncia il proprio ritorno a casa, al 2036. Da allora non si è più fatto sentire.

La storia è ben raccontata, con particolari tali da renderla ‘non falsificabile. Non è quindi una fantasia da dilettanti, è roba da professionisti della bUFOla!

L'analisi dei messaggi di Titor produce risultati ambigui. Le immagini della sua "macchina del tempo" sono pessime e il "manuale" sembra veramente dilettantesco (specialmente se si considera che è stampato nel 2030 e passa), eppure Titor ha dimostrato una notevole padronanza della terminologia della fisica avanzata e dell'informatica.

Titor ha previsto erroneamente che vi sarebbe stata una guerra civile in USA dal 2004 al 2015 e che l'edizione finale delle Olimpiadi sarebbe stata nel 2004 (si stanno preparando quelle di Londra 2012). Si è però coperto le spalle "spiegando" che esistono molti mondi paralleli al nostro e che in ciascuno di questi mondi gli eventi sono leggermente differenti; lui proverrebbe in realtà da uno di questi mondi e avrebbe raccontato la cronologia di quel mondo, che può essere divergente rispetto alla nostra. Le previsioni di Titor sono ovviamente catastrofiche, tra il resto la Terza Guerra Mondiale che farà 3 miliardi di morti nel 2015.

La storia è con tutta probabilità una bufola perché sarebbe stato facilissimo per Titor autenticarla, per esempio lasciando nel nostro tempo un oggetto fabbricato con la tecnologia del 2030. Inoltre ci sono diversi indizi (illustrati da Attivissimo) che indicano uno sfruttamento commerciale della storia, partendo da magliette e libri per arrivare ad un possibile film.

Anche se la certezza al 100 % non ci può essere, ritengo si possa tranquillamente archiviare Titor e le sue ‘previsioni’ tra le storie di fantasia.

Alla prossima!


Da  Il Novese, numero 2, Giovedì 19 Gennaio 2012

. Wikio

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...