lunedì 14 luglio 2014

Prova bikini



Io è meglio che non la faccia. A parte che un maschietto in bikini è ridicolo, so di essere un buon 15 kg sovrappeso, e non mi farebbe male fare una bella dieta.

Ma che dieta? La temuta ‘prova bikini’ scatena ogni anno la corsa al sistema più rapido ed efficace per perdere di corsa quegli ‘orribili’ rotolini di grasso che abbiamo accumulato durante l’inverno, e
Dal sito http://www.fashionoffice.org
su riviste ed internet impazzano la diete ‘alla moda’.

Inizio subito a deludere chi spera in una mia ’rivelazione’. Non esistono diete magiche, l’unico modo per perdere peso è del sano esercizio fisico unito ad un regime dietetico personalizzato, preparato da un dietologo o da un nutrizionista qualificati. Non è una cosa che si fa in 2 settimane, ma i risultati che si ottengono sono sicuri e duraturi.

Una dieta veramente magica di cui si è molto parlato recentemente è quella alcalina, che dovrebbe addirittura curare il cancro! Secondo questa teoria certi cibi renderebbero il nostro corpo ‘alcalino’, e quindi in grado di combattere il cancro. La cosa NON ha nessuna base, in quanto il nostro corpo funziona solo in un ristretto campo di acidità, ed ha diversi meccanismi per mantenere la situazione stabile, in quanto uscire dai limiti sarebbe pericoloso per la salute.

Quindi l’idea che mangiando certe cose si possa cambiare il pH del nostro corpo è priva di fondamento, anche se ne hanno parlato le jene.  Anzi, se funzionasse potrebbe portarci alla morte.

Parliamo di una dieta con obiettivi più ragionevoli (perdere peso!), sponsorizzata dalle nutrizioniste di fama mondiale Demi Moore e Madonna: la dieta della luna (o anche del lupo mannaro).

Questa viene proposta in due versioni: base e avanzata. Quella base prevede 24 ore di digiuno in cui è consentito consumare soltanto acqua e liquidi. A patto che il digiuno avvenga in un giorno di Luna piena o di Luna nuova, i più fortunati potranno perdere fino a 2.7 chili d’acqua.

Il piano avanzato non si limita a prescrivere il digiuno nei giorni di Luna piena e Luna nuova, ma fornisce indicazioni alimentari per tutte le fasi del ciclo lunare. Per esempio, nella fase di Luna crescente sarebbe essenziale non consumare alcun cibo fra le 6 di sera e la mattina successiva, cioè mentre lo spicchio di Luna completa il suo arco sulla sfera celeste. Il regime alimentare deve adattarsi al ciclo lunare con una precisione dell’ordine del minuto, impresa che è resa possibile da appositi strumenti e applicazioni scaricabili dai siti web che pubblicizzano la dieta.

Non è certo la prima volta che al nostro satellite vengono attribuiti poteri speciali sugli esseri umani e sulle loro tribolazioni. Nel caso della dieta della Luna, sarebbe il nostro corpo, e in particolare la notevole quantità d’acqua che esso contiene, ad essere influenzato dall’attrazione gravitazionale della Luna, con fenomeni mysteriosi ma simili a quelle onde di marea che interessano le enormi masse d’acqua dei mari e degli oceani. Peccato che gli effetti reali delle maree sul nostro corpo siano nulli.

L’effetto di questa dieta è in pratica quello di un semplice digiuno, che non ha effetto sul grasso corporeo, ma solo sull’acqua contenuta nel nostro corpo e sulle scorte di glicogeno muscolare. Il rischio che si corre seguendo una dieta di questo tipo è la disidratazione, senza un reale dimagrimento.

Altre informazioni le potete trovare a questo link: http://www.queryonline.it/2014/03/10/la-dieta-della-luna/

Se mi permettete un suggerimento, lasciate perdere le diete che promettono ‘la luna’, ed iniziate subito ad andare in bicicletta, a piedi, a nuotare. Già questo vi aiuterà. E per i casi difficili, rivolgetevi ai VERI esperti.

Alla prossima!

1 commento:

Mauro ha detto...

Ma un'immersione nelle scie chimiche farà dimagrire o no?

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...