sabato 31 gennaio 2015

Benessere

Stamattina sono andato a seguire l'incontro della serie 'Benessere' che trattava di Ayurveda. Lo avevo anticipato in questo post.
 
Ho sentito tante cose interessanti, ed assolutamente non contestabili: prestare attenzione a ciò che si
mangia è una cosa ben fatta, cercare di ritagliarsi dei momenti per se stessi e rilassarsi è indiscutibilmente ottimo. E' anche verissimo che curando noi stessi e la nostra alimentazione, facendo attività fisica la nostra salute generale non può che guadagnarci.
 
Il momento di 'meditazione', per rilassarci e cercare di eliminare lo stress che accumuliamo tutti, è certamente utile. Io personalmente se ho il rumore del vento in sottofondo non riesco a rilassarmi, mi da sui nervi, ma il problema è mio.
 
Insomma, in generale ottimi consigli, e seguirli sicuramente male non fa.
 
Purtroppo, certamente per le mie limitazioni di scettico inveterato, non riesco a capire l'utilità oggettiva di 'impacchettare' questi consigli (in generale buoni) con una bella carta luccicante di strane filosofie orientaleggianti e tirare in ballo energie sottili ed i quattro elementi... Una signora ha detto di essere molto 'acqua', ma a me sembrava molto carne ed ossa (ed in forma)...
 
O meglio, capisco perfettamente che anche l'occhio vuole la sua parte, e gli stessi consigli dati in modo 'normale' (come li da la nonna) non avrebbero la stessa presa sull'immaginario collettivo.
 
Comunque, ben vengano anche gli 'abbellimenti estetici', se questi convincono le persone ad un modo di vivere più sano ed equilibrato.
 
L'importante è che non si ponga troppa fiducia in queste filosofie, che se pur utili hanno le loro limitazioni. Da quello che ho sentito stamattina, nessuno dei relatori pretende chissà che dall'Ayurveda, e spero che nessuno dei miei 3 lettori commetta l'errore (purtroppo fatto da tante persone) di voler usare questa filosofia al posto della medicina.
 
Alla prossima

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...