mercoledì 15 luglio 2015

Quarantaquattro fatti in fila per sei…

Mi permetto di raccomandare caldamente a tutti la lettura di questi posts da QueryOnLine. Una
quarta puntata uscirà a breve, quindi stay tuned...

Una 'chicca' per invogliarvi alla lettura:

1. La scienza non sa tutto. Il comico Dara Ò Briain ce lo ha spiegato bene “La scienza sa di non sapere tutto, altrimenti si fermerebbe. Ma solo perché la scienza non sa tutto non significa che si possano riempire i buchi con una qualsiasi favola o leggenda che ci piace.”

Ecco i links diretti alle pagine di QueryOnLine:

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

martedì 14 luglio 2015

Buon Venerdì 17 a tutti!!!

 
 

d8295-logoVersare del sale porta male?
 
A dire di no sono i soci del CICAP, Comitato italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. E per venerdì 17 luglio ripropongono un giorno di mobilitazione nazionale chiamato Giornata Anti Superstizione.
«Da oltre 25 anni il CICAP è impegnato a combattere l’irrazionalità e la superstizione attraverso l’uso della scienza e della ragione. Normalmente lo facciamo con articoli, interventi radiotelevisivi, indagini e conferenze, ma, qualche volta, anche con esperienze insolite e divertenti come la Giornata Anti Superstizione» dice Massimo Polidoro, Segretario Nazionale del CICAP, già docente di Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca.
 
Il divertimento, l’ironia e la leggerezza rappresentano lo stile di fondo dell’evento, che si svolgerà in Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte.
 
«In tutte le iniziative, organizzate dai volontari del CICAP, si inviteranno le persone a mettere in gioco le proprie credenze superstiziose» racconta Marta Annunziata, Coordinatrice dei Gruppi Locali del CICAP. «La Giornata Anti Superstizione è nata nel 2009, ma quest’anno abbiamo scelto il tema delle superstizioni a tavola. Chi lo vorrà potrà rovesciare del sale, incrociare le posate, capovolgere del pane… o semplicemente confrontarsi sull’argomento con i soci del CICAP. Solo chi avrà superato le prove però riceverà un attestato di non superstizioso! C’è chi in questi anni ne ha accumulati fino a sei…»
E per chi non può partecipare di persona? «”Non è vero… e non ci credo!” questo è il motto della Giornata Anti-superstizione. Chi lo condivide può rilanciare attraverso i social network l’iniziativa “Fai attraversare il tuo profilo da un gatto nero”: per partecipare è sufficiente inserire un gatto nero come proprio avatar di Facebook».
Come spiega Massimo Polidoro: “Essere superstiziosi condiziona negativamente la vita delle persone, che senza accorgersene alterano il proprio comportamento finendo per provocare proprio gli eventi sfortunati che tanto li spaventano. Oppure, interpretano in modo negativo qualunque circostanza legata a un oggetto ritenuto “porta-jella”. In ogni caso, questo tipo di atteggiamenti si trasforma in una profezia che si autoavvera.  Non dimentichiamo, infine, che la memoria è selettiva, vale a dire che tendiamo a ricordare di più gli eventi che confermano le nostre credenze, piuttosto che quelli che le smentiscono».
 
“La Giornata Anti Superstizione è un appuntamento tra il serio e il faceto, che vuole richiamare l'attenzione del pubblico sulle superstizioni, sulle curiosità a esse legate, sugli interessanti aspetti scientifici che esse possono presentare e sui rischi, talvolta molto gravi, che possono determinare” Commenta Silvano Fuso, docente di  chimica e autore del libro “Superstizioni: istruzioni per l'uso”.
 
ELENCO DEGLI APPUNTAMENTI
 
FRIULI VENEZIA GIULIA
Una cena a tema “anti superstizione”, con possibilità di superare le prove per superstiziosi, si svolgerà in una pizzeria della zona di Pordenone. Per informazioni scrivere a: cicap.pn@gmail.com
 
PIEMONTE:
Alle porte di Torino il gruppo locale propone nel pomeriggio un Percorso a ostacoli Anti Superstizione e una breve conferenza presso l'agrigelateria Sanpé di Poirino (TO).
A Cuneo in serata si terrà un’edizione speciale de "La Razionale Alcoolica" dedicata alla superstizione, con giochi a tema. La Razionale Alcoolica è un incontro informale, una genuina discussione tra persone con punti di vista magari anche molto distanti che insieme ragionano su un tema legato al paranormale o alle pseudoscienze, con rispetto reciproco e magari davanti a una birra, come nel modello inglese degli “Scettici al pub”.
Per info: piemonte@cicap.org
 
TOSCANA
A Pisa, in Corso Italia 85, davanti alla Chiesa di S. Maria del Carmine e alla Statua di Nicola Pisano, i soci della regione terranno un banchetto pomeridiano, con prove per superstiziosi.
 
VENETO
A partire dalle h. 16.00 il gruppo locale propone una serie di sfide alla superstizione nella località di villeggiatura Rosolina Mare (RO) presso il Bagno Tamerici, http://www.bagniferro.it/it/dove-siamo_45c5.html
Maggiori informazioni su veneto.cicap.org
 
_______________________
Ufficio Stampa - CICAP
Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze
 
Casella postale 847, 35100 Padova
tel. e fax 049-686870
e-mail: ufficiostampa@cicap.org
www.cicap.org
www.queryonline.it

mercoledì 8 luglio 2015

Medicine

Ci sono in giro molte medicine cosiddette ‘alternative’ (1), che si contrappongono, o vogliono ‘integrare’ la medicina ‘tradizionale’ o ‘ufficiale’.

Iniziamo subito col dire che non esiste medicina ‘ufficiale’ o ‘alternativa o altro. Esiste una medicina che è stata verificata e che funziona, ed una medicina che non da prove di funzionamento.

Per ‘provare’ in modo scientifico (2) che una medicina è efficace o no si segue un protocollo in doppio cieco (3), ovvero si prendono due (tre) gruppi omogenei di persone affette da una particolare patologia, ad uno si dà il medicinale da testare, all’altro un ‘placebo’ (4), ovvero una pillolina di zucchero senza principio attivo. Ad un eventuale terzo gruppo si somministra il medicinale normalmente usato.

Né i pazienti né i medici sanno chi prende cosa, per evitare di essere influenzati nelle valutazioni. Infatti, se io so che prendo il placebo non sentirò miglioramenti, mentre potrei sentire miglioramenti inesistenti se so che prendo il nuovo medicinale.

Solo un gruppo esterno di revisori sa chi ha preso cosa, e potranno quindi valutare i rapporti di medici e pazienti in modo obiettivo. Se il farmaco sotto esame da un risultato pari o inferiore al placebo, viene scartato. Se da risultati pari o superiori al farmaco ‘tradizionale’ si prosegue con le verifiche e la commercializzazione (e qui ci sono altri aspetti da valutare, come i costi, gli effetti collaterali eccetera).

Una cosa poco chiara al grande pubblico è la grande efficacia dell’effetto placebo: se io prendo qualcosa che penso mi faccia bene, mi sentirò meglio. Se a mio figlio o al mio cane do qualcosa che penso gli faccia bene, lo vedrò stare meglio.

Questo effetto di ‘autoinganno’ è potentissimo, ed ha un effetto reale, che può essere usato (ed è in effetti usato) per molte patologie psicosomatiche (5) o come ‘contentino’ per tutte quelle malattie che passano da sole.

In effetti, una gran parte dei medicinali che prendiamo non curano la malattia, ma ne attenuano o mascherano i sintomi. Per esempio, il raffreddore da solo passa in 7 giorni, se prendo qualcosa invece passa solo in una settimana!

In tanti casi, i principi attivi contenuti nei medicinali o in certi prodotti di erboristeria, danno un effettivo sollievo ai sintomi (antistaminici, antiinfiammatori), permettono di tenere sotto controllo un problema (digitale, insulina), o di sconfiggere mortali infezioni batteriche (antibiotici).

Per contro, usare un antibiotico per una malattia virale è perfettamente inutile, anzi può essere dannoso.

E’ importante sapere come e perché i farmaci funzionano, ed essere coscienti che l’effetto placebo esiste ed ha la sua influenza. Del perché parleremo la prossima volta…

Alla prossima!

1. https://it.wikipedia.org/wiki/Medicina_alternativa
2. https://it.wikipedia.org/wiki/Metodo_scientifico
3. https://it.wikipedia.org/wiki/Doppio_cieco
4. https://it.wikipedia.org/wiki/Placebo_(medicina)
5. https://it.wikipedia.org/wiki/Psicosomatica

Da AlessandriaNews

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...