domenica 8 novembre 2015

Codici...

Io capisco che l’essere umano è attratto dal meraviglioso, da quello che stimola la fantasia. Tuttavia, considerando il livello di istruzione minimo che ormai tutti hanno ed i 4000 anni di civiltà che abbiamo sulle spalle, ci sono cose che faccio veramente fatica a digerire.
Per esempio, tempo fa fotografai un cartello di un operatore shiatsu (non voglio citarlo per ovvi motivi), in cui si legge:
P.M.T – (…) Si tratta di una tecnologia che trasmuta le memorie stabilite dall’anima, nel corso di una seduta di 45 minuti, attraverso codificatori che permettono questo lavoro grazie agli oltre 10.000 codici che essi contengono, trasportando in modo quantico i corpi energetici verso un’ottava di vibrazioni superiori.
Si legge anche:
E.V.M – Questo trattamento grazie ad un encoder contenente più di 22.000 codici, ha la funzione di creare dei vortici energetici e ripulire energeticamente le nostre case, i nostri appartamenti eccetera… ma anche i luoghi che si trovano in natura. Può anche essere utilizzato semplicemente tenendolo davanti al cuore o davanti a un’altra parte del corpo, per esempio per vivere un momento di interiorizzazione.
Encoder, vortici, in altri punti del cartello si parla di quinta, settima, ottava dimensione… a voler essere gentili, sono parole in libertà, assemblate per avere una parvenza di scientifico, ma che nulla
hanno da spartire con la scienza (e la realtà).
Ci sono altri ‘codici’, detti anche ‘frequenze’, che spopolano, con personaggi che vendono libri e DVD e si fanno pagare per conferenze e corsi. Di nuovo, evito di citare nomi, capirete perché…
Si tratta di sequenze numeriche che, unitamente al ‘pilotaggio della realtà’, dovrebbero curate varie cose – per esempio, per l’iperacidità gastrica, usare il codice 5484214.
Come si usano questi codici? Si scrivono su un pezzo di carta e si mettono sul comodino della persona malata, oppure si mette il foglietto sotto una bottiglia d'acqua. L'acqua che sta dentro la bottiglia lo vede, legge il numero scritto, lo decifra e capisce che deve auto generare delle "sostanze" o non so cosa che aiuteranno chi poi la ingerirà a curare un determinato malessere.
Io non mi capacito del fatto che ci siano persone che possano VERAMENTE credere in queste cose! Bisogna avere una fantasia sfrenata per potersi inventare questi ‘codici’ e spacciarli per cure… ma c’è chi ci crede!!! Ci sono diversi gruppi si internet per ‘diffondere’ questi numeri, uno solo di questi, italiano, con oltre 10 mila iscritti.
Perché? Io non riesco a trovare una risposta… si mescola credulità ad ignoranza, speranza nel miracolo ad un forte desiderio di magico. L’uso di numeri e di termini tipici della scienza (vortici energetici, encoder, quantico) danno un’aura di scientifico che può anche far credere di avere una base reale.
Ovviamente, tutti questi ‘codici, questi ‘encoder’, se messi alla prova (vi ricordate i test in doppio cieco?) falliscono miseramente. Il fatto che non abbiano nessuna reale base scientifica passa in secondo piano davanti alla assoluta mancanza di risultati reali. Se ci fosse anche una minima evidenza, si potrebbero studiare e sarebbe una cosa entusiasmante! Ma queste evidenze non ci sono…

Anzi, sono cose talmente illogiche, talmente assurde che non riesco neanche a pensare a qualcosa da dire a chi ci crede per spiegar loro che, mi spiace, ma sono fesserie. Si, lo so, hai bisogno di credere in qualcosa, ma Babbo Natale è parecchio più reale di queste cose…
Io voglio credere che chi si inventa e chi diffonde queste cose sia in buona fede, perché l’alternativa è triste…
Alla prossima

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...